//
stai leggendo...
GreenPress Network

11^ Edizione Premio Sodalitas Giornalismo per il Sociale

Fonte: http://www.sodalitas.it/sostenibilita/premio_giornalismo11.aspx

Si è conclusa il 3 aprile 2014 a Milano l’11^ Edizione del PREMIO SODALITAS GIORNALISMO PER IL SOCIALE, il riconoscimento annuale assegnato da Fondazione Sodalitas agli operatori dell’informazione distintisi per aver approfondito temi di particolare rilevanza sociale e umanitaria. All’edizione 2013 dell’iniziativa hanno partecipato 155 giornalisti con 251 elaborati. 10 i giornalisti premiati. A Riccardo Iacona, conduttore di Presa Diretta, il Premio Speciale della Giuria.

Questi i vincitori dell’11^ Edizione del PREMIO SODALITAS GIORNALISMO PER IL SOCIALE:

Categoria Lavoro, Formazione, Giovani
Sara Ficocelli – Repubblica.it – Le inchieste
Non è un Paese per mamme
La voce di 100 donne da nord a sud per fotografare la situazione italiana a livello di welfare e per spiegare quanto è difficile – oggi, nel nostro Paese – conciliare lavoro e famiglia. Con tutti i devastanti risvolti psicologici per le dirette interessate che questo comporta.

Categoria Alimentazione, salute, stili di vita e di consumo
Angelo Mastrandrea – Il Manifesto
La food economy batte la crisi
I mercatini a chilometro zero e il tempio del gusto Eataly, lo slow food e l’ex Mattatoio di Testaccio . Nell’Italia della Grande Recessione, i consumi «alternativi» crescono. E sempre più giovani tornano alla terra. Trovandola occupata, sono costretti a occuparla per riprendersela. Come negli anni ’50.

Categoria Arte, cultura e turismo
Luca Rinaldi – Linkiesta.it
Dopo droga e armi, il business delle mafie è l’arte
Un mercato da circa 78 milioni di euro, che nel 2012 si è impennato del 39% rispetto al 2011. Dopo armi e droga il traffico illecito di opere d’arte è stimato come il terzo mercato criminale più lucroso, con profitti globali stimati intorno agli 8 miliardi di euro. Scarsa, nonostante tutto ciò, la legislazione in tema.

Categoria Fragilità e disagio sociale
Marianna Castelluccio –Viversani&Belli
Tutta colpa della lotteria?
Mentre i consumi e i risparmi delle famiglie italiane fanno i conti con la crisi, la spesa per i giochi aumenta. Secondo le stime, ogni anno un italiano maggiorenne spende dai 1703 ai 1890 euro tra gratta e vinci, videolotterie, slot machine, bingo e scommesse sportive. Una piaga sociale riconosciuta oggi dal nostro ordinamento giuridico. Infatti, a novembre 2012 il Ministro Balduzzi ha convertito in legge il decreto per “promuovere lo sviluppo del Paese mediante un più alto livello di tutela della salute”, riconoscendo la ludopatia “come nuova patologia emergente” da inserire nei Lea, Livelli essenziali di assistenza.

Menzione Speciale a Ranieri Salvadorini – Mente&Cervello
Il terremoto nell’anima
A quattro anni dal sisma che ha distrutto la città dell’Aquila, le ferite nella mente di chi quella notte ha visto la propria vita andare in pezzi sono ancora aperte. 3 i traumi emersi dall’indagine: il trauma fisiologico al post-sisma; il trauma per le modalità di gestione dell’intervento da parte della Protezione civile, che ha provocato la rottura delle relazioni e del senso di comunità; il “trauma mediatico”, una falsa rappresentazione dell’intervento all’esterno che ha ferito la popolazione aquilana.

Categoria Sostenibilità e ambiente
Ilaria Roberta Sesana – Jesus
La discarica di Dio
Nel 2009, in Ghana sono state importate 215mila tonnellate di elettrodomestici. Vecchi frigoriferi, TV, personal computer rotti che finiscono, in parte, nel mercato dell’usato locale. Il grosso finisce ad Agbobloshie, una delle più grandi discariche al mondo di rifiuti elettrici ed elettronici. Qui gli elettrodomestici vengono smantellati per estrarre materie prime da riciclare (rame, ferro, alluminio). Ma il costo umano e ambientale di queste attività è altissimo.

Categoria Giovani Giornalisti
Primo Premio Ex Aequo
Enrico Camana, Simone Giancristofaro, Linda Stroppa – Scuola di giornalismo Università Cattolica di Milano
Cotto e sprecato
Dal cibo recuperato tra i rifiuti dei freegan all’esperienza di Last Minute market, passando per supermercati, mense e mercati rionali: la filiera alimentare è ricca di modelli e di esempi con cui ridurre gli sprechi e superare un problema che è insieme sociale, etico ed economico.

Caterina Grignani – Master in Giornalismo “Giorgio Bocca” Università di Torino
“Comma 9. Bambini in carcere”
La legge n° 354 dell’ordinamento penitenziario, all’art. 11 comma 9 prevede che “le madri possano tenere con sé i figli fino all’età di 3 anni”. I volontari e le volontarie dell’Associazione “A Roma insieme”, da 17 anni,  trascorrono l’intera giornata del sabato fuori dal carcere con i bambini e le bambine della sezione Nido di Rebibbia (Sabati di libertà), allo scopo di aprire lo stretto confine del loro sguardo, stimolarli e divertirli con giochi e attività.

Annunci

Informazioni su @lamarty_twi

PR Strategist Mi occupo di Pubbliche Relazioni e Comunicazione, come libero professionista, per diverse realtà nazionali ed internazionali. Sono attiva in particolare nel Terzo Settore, con attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile e solidarietà sociale. Lavoro in rete con altri professionisti nella GreenPress EnvironMedia. Toglietemi tutto, ma non il passaporto

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Seguimi su Twitter

InstaMarty

La mia giornata ideale. #èperlavoro #Ilovemywork #ilovemyjob #greenpress #Bike #bikers #bikeinumbria #umbria  #volgoumbria #igersumbria #ig_umbria
Pic @emanuelecaposciutti Pronta.
#lunch #eat #eatwell #ciccia #carne

Foto da Flickr

Follow Martina Valentini on WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: