//
stai leggendo...
GreenPress Network

BellCaffè di Modica prima torrefazione a ricevere la certificazione per l’impatto ambientale

UN’IMPRONTA ECOLOGICA CERTIFICATA

Conoscere e ridurre l’impatto ambientale del proprio ciclo produttivo

Conoscere e ridurre l’impatto ambientale del proprio ciclo produttivo dovrebbe essere un compito imprescindibile per ogni azienda che voglia realmente essere attenta non solo al profitto ma anche al benessere del territorio in cui opera.

Proprio per questo Bell Caffè ha deciso di far certificare le proprie linee Espresso secondo gli obblighi imposti dalla certificazione ISO/TS 14067.

Questa certificazione è lo standard ISO emanato nel 2013 che si propone di migliorare la chiarezza e la coerenza delle attività di quantificazione, Reporting e comunicazione della Carbon Footprint di prodotto (CFP).

La ISO TS ISO 14067 è stata pubblicata a maggio del 2013 e definisce i principi, i requisiti e le linee guida per la quantificazione e la comunicazione della CFP, basandosi sugli standard internazionali di riferimento per gli studi LCA (ISO 14040 e ISO 14044) per la quantificazione e sugli standard ISO 14020-14024 e 14025 relative ad etichette e dichiarazioni ambientali per la comunicazione. Lo standard non si occupa di Offsetting (Compensazione delle emissioni).

Tale certificazione è la conseguenza della partecipazione e dell’aggiudicamento di un bando pubblicato dal Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Mare, per poter effettuare il calcolo della Carbon Footprint dei propri prodotti aziendali, con l’obiettivo di abbattere le emissioni di anidride carbonica e dare così il proprio contributo al raggiungimento degli obiettivi previsti dal protocollo di Kyoto.

Il programma di lavoro prevede quattro fasi. Dopo avere analizzato l’impronta di carbonio nelle diverse fasi del ciclo di vita dei prodotti individuati, Verranno stabilite possibili misure da attuare per la riduzione delle emissioni all’interno dello stesso ciclo. In un momento successivo verranno calcolate le emissioni rimanenti e saranno pertanto elaborate delle politiche utili a neutralizzarle. Alla fine del percorso è prevista poi la fase di studio di una strategia di comunicazione al pubblico per spiegare i risultati dell’impronta di carbonio e sensibilizzare i consumatori sull’utilità dell’adozione di questi strumenti da parte del tessuto industriale italiano.

Annunci

Informazioni su @lamarty_twi

PR Strategist Mi occupo di Pubbliche Relazioni e Comunicazione, come libero professionista, per diverse realtà nazionali ed internazionali. Sono attiva in particolare nel Terzo Settore, con attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile e solidarietà sociale. Lavoro in rete con altri professionisti nella GreenPress EnvironMedia. Toglietemi tutto, ma non il passaporto

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Seguimi su Twitter

InstaMarty

La mia giornata ideale. #èperlavoro #Ilovemywork #ilovemyjob #greenpress #Bike #bikers #bikeinumbria #umbria  #volgoumbria #igersumbria #ig_umbria
Pic @emanuelecaposciutti Pronta.
#lunch #eat #eatwell #ciccia #carne

Foto da Flickr

Follow Martina Valentini on WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: