//
stai leggendo...
Pefc, Provincia autonoma di Trento

PROGETTO LEGNO: CINQUECENTESIMA ASTA PUBBLICA

L’occasione per fare il punto sull’andamento del mercato del legno trentino dal 1994 ad oggi e presentare il restyling del portale http://www.legnotrentino.it. La sintesi dell’aggiudicazione dei lotti dell’asta n. 500

L’impegno della Camera di Commercio per la promozione del legno trentino risale al 1992 quando, con apposita legge provinciale, regolata da una specifica convenzione, veniva sancita la collaborazione con la Provincia autonoma di Trento per favorire la valorizzazione del legname, prodotto nei boschi pubblici e allestito su strada, attraverso l’organizzazione della sua commercializzazione.
Nel 1993 con il nome “Progetto Legno” l’Ente camerale inaugurava un sistema periodico di aste pubbliche, che dura tuttora, capace di aggregare su base territoriale (Folgaria; Bassa Valsugana; Tesino; Primiero; Val di Fassa e Val di Fiemme; Val di Non; Val di Sole) l’offerta del legno trentino, soprattutto di conifere.
Nel 1994 si sono tenute le prime 11 gare di vendita, ma è dal 1995 che si è consolidata l’operatività definitiva del sistema. Oggi, la prassi più diffusa prevede che i proprietari – in provincia per il 70% soggetti pubblici – raccolgano il materiale da vendere in forma di tronchi sfrondati, accatastati a bordo strada per facilitarne il trasporto. Negli ultimi anni per promuovere la qualità dei boschi locali e rafforzarne l’immagine, il “Progetto Legno” ha organizzato anche singole aste riservate alle essenze più nobili (aste del legname di pregio).
L’incontro fissato questa mattina per lo svolgimento dell’asta n. 500 è stato ospitato in via eccezionale a Palazzo Roccabruna e si è aperto con la presentazione di una sintesi dell’andamento del mercato del legno negli ultimi vent’anni. I dati illustrano un trend crescente in termini di volume del legno posto in vendita e un consolidamento, negli ultimi anni della percentuale venduta in sede d’asta. L’invenduto o il venduto in post-asta, che tra il 2000 e il 2003 aveva fatto registrare un significativo incremento, si sta attestando su livelli fisiologici (circa 15%). Nel complesso fra il 1994 e il 2014 sono stati messi in vendita oltre 1,5 milioni di mc per un valore di 106,5 milioni di euro. Sono state coinvolte 168 aziende acquirenti (il 90% locali) a fronte della partecipazione di 130 soggetti proprietari del bosco (115 enti pubblici e 15 soggetti privati). Il prezzo, a valori correnti, nel 1994 era di 87,05 euro al mc; nel 2014 ha raggiunto i 90 euro circa. I minimi si sono registrati fra 2001 e 2005 con cifre comprese fra i 63 e i 70 euro. Il periodo ha coinciso con un ingente aumento dell’offerta di semilavorati in legno da parte dei produttori tedeschi. A partire dal 2004 si è assistito all’affermarsi di un trend crescente che ha raggiunto il picco con i 99,70 euro del 2013.
È stata quindi presentata la nuova veste del portale http://www.legnotrentino.it, un vero e proprio strumento di lavoro per gli operatori del settore in quanto riporta informazioni aggiornate riguardanti i bandi, i prodotti, i professionisti e le scuole. Nel 2011 è stata inoltre implementata una sezione riservata alle aziende e, più di recente, si è provveduto a creare profili social e ad attivare la versione mobile. Si è poi passati alla parte più operativa dell’incontro con l’apertura delle buste, contenenti le proposte di acquisto, e l’aggiudicazione dei lotti. Le oltre venti imprese presenti, provenienti da Trentino e Alto Adige, si sono aggiudicate 7.400 mc di legname sugli 8mila disponibili, quota pari al 91%. Il prezzo massimo è stato spuntato per un lotto di cirmolo del Comune di Daiano (288 euro/mc) e l’incremento più significativo sul prezzo base d’asta è stato del 45% per un lotto di legname da travatura del Comune di Ziano di Fiemme (certificato PEFC). Il valore totale del legname venduto nel corso dell’asta di oggi è stato pari a 683mila euro.

Annunci

Informazioni su @lamarty_twi

PR Strategist Mi occupo di Pubbliche Relazioni e Comunicazione, come libero professionista, per diverse realtà nazionali ed internazionali. Sono attiva in particolare nel Terzo Settore, con attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile e solidarietà sociale. Lavoro in rete con altri professionisti nella GreenPress EnvironMedia. Toglietemi tutto, ma non il passaporto

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Seguimi su Twitter

InstaMarty

La mia giornata ideale. #èperlavoro #Ilovemywork #ilovemyjob #greenpress #Bike #bikers #bikeinumbria #umbria  #volgoumbria #igersumbria #ig_umbria
Pic @emanuelecaposciutti Pronta.
#lunch #eat #eatwell #ciccia #carne

Foto da Flickr

Follow Martina Valentini on WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: