//
stai leggendo...
GreenPress Network

Dolomiti Ski Jazz musica nera su sfondo bianco

Lo snowboard ai piedi e il jazz e il funk nelle orecchie: il Dolomiti Ski Jazz è l’inimitabile festival che trasporta la musica ‘nera’ nel bel mezzo dei panorami bianchi delle Dolomiti innevate. Dal 7 al 14 marzo salendo in alta quota nel comprensorio della Val di Fiemme (TN) con gli sci o lo snowboard ai piedi si potrà assistere ai concerti della diciottesima edizione del Dolomiti Ski Jazz, festival in cui la musica in programma si lega profondamente al paesaggio alpino e agli sport invernali.

Gli spettacoli diurni si svolgono infatti nei più noti rifugi posti lungo le celebri piste da sci della zona: il Rifugio Fuciade (Passo San Pellegrino), il Ciamp de le Strie (Bellamonte), il Rifugio Zischgalm (Pampeago), lo Chalet Valbona (Alpe Lusia, Moena), il Rifugio Passo Feudo (Ski Center Latemar, Predazzo) e il Rifugio Doss dei Laresi (Alpe Cermis, Cavalese). Qui la musica live di qualità, con i suoi ritmi estroversi, farà da colonna sonora all’après-ski.

La sera invece la musica scende a fondo valle, con concerti sia nei teatri, con i nomi di maggior richiamo del programma (tra gli altri Wayne Escoffery, Jack Walrath & Gary Smulyan, Marcello Tonolo con Chris Cheek), che in vari locali.

Particolarmente brillante sarà quest’anno la programmazione dei suggestivi concerti nei rifugi in alta quota. Questi appuntamenti, tutti a ingresso gratuito, vedranno infatti la partecipazione di numerosi musicisti affermati a livello internazionale, chiamati a esibirsi circondati dall’imponente scenografia innevata delle vette dolomitiche. Si partirà dal Rifugio Fuciade, al Passo San Pellegrino, col suo impareggiabile colpo d’occhio da anfiteatro di neve: qui l’8 marzo suonerà il quartetto del chitarrista Randy Johnston, celebre membro della band di Lou Donaldson. Un altro punto di ritrovo che svetta su un panorama mozzafiato è il Ciamp de le Strie: il 10 marzo accoglierà il concerto della cantante Kicca, spalleggiata dai Licaones, una band che annovera due dei più celebri solisti del jazz italiano, il trombonista Mauro Ottolini e il sassofonista Francesco Bearzatti. L’avvincente groove di Kicca & The Licaones potrà essere ascoltato anche l’11 al Rifugio Zischgalm. L’appuntamento allo Chalet Valbona sarà il 12 marzo con l’originale ed elettrico sound del quartetto Blu Job. Il 13 marzo il festival farà tappa al Rifugio Passo Feudo con la ricerca sonora e l’atipica strumentazione dei Three Spirits. L’ultima tappa in alta quota del Dolomiti Ski Jazz 2015 sarà il 14 marzo al Rifugio Doss dei Laresi, con un quartetto nel quale spicca la voce di Sara Picone. Il 7 marzo, inoltre, al Ciamp de le Strie, il Dolomiti Ski Jazz si unirà alla manifestazione “Happy Cheese”: la musica dei Majazztic sarà nell’aria mentre si potranno degustare i formaggi genuini della Val di Fiemme e altri prodotti del territorio abbinati allo spumeggiante Trentodoc della Val di Cembra o alla caratteristica birra di Fiemme.

Dolomiti Ski Jazz 2015 riserva piacevoli sorprese anche a chi è interessato ad ascolti musicali nella più classica ambientazione teatrale. La sera infatti la musica scenderà dalle vette alpine sino al centro dei paesi della valle con proposte di respiro internazionale. Il festival partirà con una marcia alta sin dalla serata inaugurale, sabato 7 marzo, quando il quartetto del sassofonista afro-americano Wayne Escoffery salirà sul palco del Palazzo dei Congressi di Cavalese: un dinamico e vigoroso aggiornamento dei moduli sonori dell’hard bop, al quale darà man forte la presenza di un pianista del calibro di David Kikoski. Ulteriori presenze di jazz made in USA si avranno l’11 marzo con il quartetto co-diretto dal trombettista Jack Walrath e il sassofonista baritono Gary Smulyan, impegnati in un format senza pianoforte a far rivivere le ancora fresche e all’epoca rivoluzionarie musiche dell’omologa band creata da Gerry Mulligan e Chet Baker negli anni Cinquanta (Teatro di Ziano di Fiemme), e il 14 con il quartetto del pianista Marcello Tonolo, nel quale il ruolo di solista è affidato al sax tenore dello special guest Chris Cheek (Sala Comunale, Predazzo).

Oltre ai caratteristici concerti in alta quota e a quelli nei teatri, il Dolomiti Ski Jazz offre numerose altre occasioni di ascolto, piacevoli e informali. È il caso delle jam session serali (il 10 marzo al Club La Grenz di Moena e il 13 al Wine Bar dell’Hotel Bellavista a Cavalese), della Conversazione in Jazz con Alessandro Garofalo, personaggio creativo sui generis i cui interventi saranno accompagnati dal Walkin’ Jazz Quartet (il 9 a Cavalese, nel Palazzo della Magnifica Comunità di Fiemme), nonché dell’esibizione pomeridiana in duo della vocalist Sara Picone al Bar Birreria Il Vicoletto di Cavalese (il 13). Il festival entrerà anche nelle scuole, portando il messaggio del jazz ai giovani studenti, con la performance del sestetto Chaotix nell’Aula Magna del Polo Scolastico di Moena (il 12).

Dolomiti Ski Jazz 2015 è organizzato dall’Azienda per il Turismo della Val di Fiemme, in collaborazione con Trentino Sviluppo, il Consorzio Impianti a Fune Val di Fiemme Obereggen, i comuni di Cavalese, Predazzo, Tesero e Ziano di Fiemme.

***

Informazioni:

APT Val di Fiemme:

tel. 0462 241111

e-mail: monica.deflorian@visitfiemme.it

Dolomiti Ski Jazz:

sito web: http://www.dolomitiskijazz.com

e-mail: info@dolomitiskijazz.com

Annunci

Informazioni su @lamarty_twi

PR Strategist Mi occupo di Pubbliche Relazioni e Comunicazione, come libero professionista, per diverse realtà nazionali ed internazionali. Sono attiva in particolare nel Terzo Settore, con attenzione ai temi dello sviluppo sostenibile e solidarietà sociale. Lavoro in rete con altri professionisti nella GreenPress EnvironMedia. Toglietemi tutto, ma non il passaporto

Discussione

Non c'è ancora nessun commento.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Inserisci il tuo indirizzo email per seguire questo blog e ricevere notifiche di nuovi messaggi via e-mail.

Seguimi su Twitter

InstaMarty

I tamburini #PalioDelleBotti #Marsciano #Umbria Old town
#maremma #toscana #traveladdict #travelphotography #travel #travelismylife #donnaconlavaligia #ig_maremma #ig_toscana #igersmaremma

Foto da Flickr

Altre foto
Follow Martina Valentini on WordPress.com
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: